Verona Basta paura, sono finiti i soldi

Inaugurazione commissariato

Inaugurazione commissariato

La paura individuale è un fenomeno che coinvolge una elevata percentuale di cittadini, soprattutto tra le donne e in modo particolare modo tra gli abitanti della Campania e Puglia. I dati sono stati resi noti a novembre 2010 dall’Istituto Nazionale di Statistica.
Un caso particolare è il Veneto, che presenta una percentuale maggiore sia rispetto alla media italiana che a
quella delle altre regioni del Nord-est. Evita, infatti, di uscire di casa perché ha paura il 26,6 per cento dei veneti
contro il 23,3 per cento dei residenti nel Nord-est.

Secondo l’indagine dell’Istat in Italia c’è stata una netta diminuzione di alcuni reati ma il Veneto mostra i livelli più elevati di paura tra i cittadini, “sebbene i suoi abitanti non presentino tassi di vittimizzazione particolarmente diversi dagli altri”.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Verona La sicurezza delle donne

Donne guerriere, donne complete...'

Donne guerriere, donne complete...'

Martedì 26 ottobre La giornata sulla sicurezza delle donne inizia con il convegno alle ore 9 in Gran Guardia, durante il quale interverranno la giornalista di Al Jazeera International Barbara Serra, lo psichiatra Vittorino Andreoli e il docente dell’Università di Padova Antonio Papisca.
Segue alle 12 la tavola rotonda “Vita da donna. Vita sicura?” moderata dalla giornalista de Il Sole 24 ore Raffaella Calandra.
La sera invece, alle ore 21 al Teatro Filarmonico, si tiene lo spettacolo teatrale a scopo benefico “Uomini che amano le donne”, ideato da “The exnovo”, con Laura Barriales e gli artisti di Zelig. L’incasso della serata sarà interamente devoluto alla Fondazione Doppia Difesa Onlus
Di quale sicurezza si parla?

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Via Caroto, la foresta dei fuorilegge

parcheggioQuesta mattina (27/05/2010) la polizia locale e la protezione civile hanno disboscato un’area lungo via Caroto, sotto le mura di Alto San Nazaro. Trovati tre nuovi insediamenti abusivi, che non si vedevano dalla strada a causa della fitta vegetazione. Si sa… domenica 30 maggio da via Caroto transitano i corridori del Giro d’Italia e tutto deve essere pulito. “Disboscare era l’unica maniera per ridare sicurezza e avviare il recupero dell’area” ha spiegato il comandante della Pollzia Locale Luigi Altamura (Retribuzione lorda 2009 84.897 Euro, retribuzione netta 50.703,84 Euro), che per fortuna non esercita la sua professione in Trentino Alto Adige. Qualcuno lo definisce il braccio armato dello sceriffo Tosi. Tra le sue proposte al terzo Forum per la sicurezza, organizzato dal Comando di Verona installare telecamere di videosorveglianza sui cassonetti dell’immondizia.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Verona in tempo reale

Verona, piazza Bra

Verona, piazza Bra

Se non puoi venire a Verona in questi giorni di grandi eventi hai la possibilità di sbirciare qualcosa attraverso le web cam

  • Vista dell’Arena e di uno scorcio di Piazza Bra dal palazzo comunale
    http://www.comune.verona.it/webcam/ Verona
    http://www.verona.com/it/Webcam-Verona/
  • Vista di Piazza Erbe
    http://it.webcams.travel/webcam/1273333604-Weather-Piazza-Erbe-Verona-Italy-Verona

    Se vuoi vedere la tappa finale del giro d’Italia
    La Rai e la Gazzetta dello Sport trasmettono in diretta streaming gratuitamente la tappa del 93esimo Giro d’Italia
    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/diretta.html?cid=ContentSet-a5372c73-4bd0-4ccd-a8c7-07493bd77d8d
    http://www.raisport.rai.it/dl/raisport/multimedia/diretta.html?cid=ContentItem-18b9bd8c-1ab9-44e8-a684-fd3430493964

    Leggi tutto »

    • Share/Bookmark

    Blitz al parco San Giacomo, Borgo Roma

    Entrata parco San Giacomo

    Entrata parco San Giacomo

    Trascrivo integralmente la notizia pubblicata dalla redazione di infoverona.it

    Blitz congiunto di esercito, carabinieri e ronde al parco San Giacomo in borgo Roma.
Venerdì 7 maggio 2010, alle 16.50, una rapidissima ed efficace operazione di polizia ha ripristinato una situazione di ordine che stava rapidamente degenerando nell’area verde antistante il policlinico.
Una jeep mimetica con a bordo tre militari e un carabiniere, affiancati da una ronda appiedata, ha fermato una immigrata dell’est europeo.
La giovane stava fumando.
I cinque tutori dell’ordine sono riusciti a riportare la legalità nel parco, intimando energicamente alla donna di “spegnere subito la sigaretta”, poiché un’ordinanza del sindaco Tosi proibisce il vizio del fumo nei parchi pubblici.
Camionetta militare e guardia civica hanno bloccato il vialetto dove la donna stava camminando, attendendo fino a quando la signora, chinatasi a terra, non ha spento la sigaretta sul ghiaino.
Significativo il commento della ronda giallovestita: “Oh vèdito… braa! L’è così che se fa!”.
Poi ronda, militari in mimetica e carabiniere hanno ripreso la perlustrazione del suolo padano.
Meno di tre minuti dopo, la stessa ronda – da sola – ha sventato l’assalto a uno dei giochi per bambini. Tre manigoldi di circa 7 anni si stavano divertendo a far scendere dei sassolini dallo scivolo, creando un fastidioso rumore di rotolamento sulla lamiera.
La guardia civica, benché in inferiorità numerica, con un conciso e perentorio “no i sasi là!” è riuscita ad allontanare la gang e a riportare legalità e serenità nel parco.


    Leggi tutto »

    • Share/Bookmark

    Verona OcchiO ai prossimi passi!

    pedoniÈ stata presentata dal Comandante della Polizia municipale la nuova campagna di sensibilizzazione per la sicurezza dei pedoni “OcchiO ai prossimi passi”. Prevede l’applicazione, prima di ogni passaggio pedonale, di un adesivo segnaletico per richiamare l’attenzione del pedone nel momento di attraversare. Un invito-provocazione con il quale la Polizia municipale ricorda quanto sia utile guardarsi attorno prima di attraversare la strada e quanto sia rischioso non fermarsi e attendere se il semaforo che riguarda i pedoni è rosso. Qualcuno forse pensa che verde significhi ‘Avanti quelli che votano Lega’. Rosso ‘Abbasso i comunisti!’

    Porta Leoni

    Porta Leoni

    Tuttavia, pur onorando gli scopi dell’iniziativa “Sicurezza stradale: tutti responsabili!”, mi chiedo come sia possibile nella città di Verona, che possiede il sindaco più amato e intelligente d’Italia, un’opposizione che purtroppo non sa nemmeno leggere. Lacuna evidenziata dal Presidente della Provincia di Verona qualche giorno fa: “Imparasse a leggere…” Dove anche le telecamere sono intelligenti! Con tutta questa intelligenza nelle strade (vedi telecamere) e nei palazzi dell’amministrazione, perché i cittadini sono così ottusi? Con queste domande nel cuore vorrei tuttavia anch’io proporre qualche altro segnale, già utilizzato in altre nazioni, per supplire alla mancanza di buonsenso, in attesa di una risposta definitiva ai perché.

    Leggi tutto »

    • Share/Bookmark

    Presentato progetto per l’installazione delle colonnine SOS

    colonnina sosL’assessore alla Viabilità Enrico Corsi ha presentato questa mattina il progetto sperimentale che prevede l’installazione di 13 colonnine di soccorso in altrettante zone della città.
    “Verona sarà la prima città veneta ad adottare il provvedimento –ha commentato Corsi- che prevede, con l’inizio del prossimo anno, il posizionamento di 13 colonnine dotate di postazione audio per la richiesta di intervento, collegate con il comando della Polizia Municipale, e di una piccola web cam che consentirà di individuare chi effettua la richiesta di aiuto; nelle vicinanze delle colonnine, inoltre, saranno posizionate delle telecamere di video-sorveglianza che permetteranno agli agenti di visionare la zona attorno alla persona in pericolo. Se questa prima fase sperimentale darà buoni risultati, il progetto si estenderà in futuro ad altri luoghi della città”.
    Le prime 13 colonnine Sos saranno posizionate in alcuni luoghi sensibili individuati dagli uffici comunali di Mobilità e Traffico in accordo con la Polizia Municipale e il Comitato per l’ordine e la sicurezza a Verona: piazza San Zeno, piazza Arsenale, via dei Mutilati, piazza Isolo, piazza San Nazaro, Porta Vescovo, Piazzale XXV Aprile, via Bassa, via Bendasi, Piazzale Olimpia, piazza del Popolo, Largo Stazione Vecchia e piazza Risorgimento.
    Per la realizzazione del progetto l’amministrazione comunale ha investito 180 mila euro dei quali 79 mila finanziati della Regione Veneto nell’ambito degli “Interventi regionali per la promozione della legalità e della sicurezza”.

    • Share/Bookmark