Le erbe magiche del solstizio d’inverno

Grande e inutile albero di Natale davanti a Porta Nuova

Grande e inutile albero di Natale davanti Porta Nuova

La stella di Natale, l’abete, l’agrifoglio, l’alloro, l’orchidea, l’elleboro, il vischio, gli agrumi, le bacche di rosa sono alcune delle piante che decorano le case nel periodo natalizio. Alcuni dicono che portino fortuna oppure possiedano proprietà curative.
Dopo le visite ai mercatini di Natale, le camminate sulle ciaspole, la corsa ai regali… concediti una passeggiata tra i campi, in collina. Sono molte le opportunità e godrai di numerosi benefici.
L’agrifoglio, Ilex aquifolium, è una pianta magica, ma anche tossica per gli esseri umani poiché irrita lo stomaco e l’intestino, è dannoso per il sistema nervoso e per il cuore. L’ingestione delle bacche può essere mortale per l’uomo. È invece un cibo prelibato per gli uccelli come il sorbo degli uccellatori. La pianta produce foglie molto belle e caratteristiche oltre a bacche rosse decorative (solo gli esemplari femmina).

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

La sacra famiglia al Museo Africano

Sacra famiglia (origami)

Sacra famiglia (origami)

Sabato 11 dicembre 2010 pomeriggio nelle sale del Museo africano si svolge il primo appuntamento per conoscere l’arte dell’origami e realizzare decorazioni con la carta e simpatici pensierini di Natale. Sono previsti due turni. Dalle 15 alle 16.30 per soli bambini, a partire dai 6 anni, dalle 16.30 alle 18 laboratorio con genitori e bambini insieme. È richiesta la prenotazione.
Iscrizioni allo 045.8092199 fino a venerdì 10 dicembre, dalle 9 alle 12. Museo africano, vicolo Pozzo 1 (San Giovanni in Valle).

Un assaggio di ciò che si può realizzare piegando la carta senza utilizzare né colla né forbici. come insegna l’arte giapponese dell’origami.

Traccia su un foglio di carta quadrato le diagonali.
Piega la punta in alto verso il centro. Poi su se stessa a metà, a metà, a metà. Come illustrato nella figura 2.

presepio
Piega la punta in alto su se stessa. (fig. 3) Piega i due lati al centro. (fig. 4)
presepio_1Con le piegature indicate nella figura 4 forma il mantello e modella il velo. (fig. 5)
presepio-10Il modello è stato ideato dall’origamista inglese Erik Kenneway

  • Share/Bookmark

Verona, il presepio dei conigli

Presepe dei conigli

Presepe dei conigli

Se non sei amante delle ciaspolate al chiar di luna in Lessinia e Monte Baldo, se hai già visto e rivisto tutti i mercatini di Natale a Verona e sei già stato a vedere le mostre dei presepi in Arena… ci sono ancora tante altre cose carine da vedere a Verona. Per esempio il presepe dei conigli, chiamato anche la Natività con i Santi Giovanni Battista e Girolamo, un dipinto ad olio su tela di 217×151 cm.
I personaggi rappresentati sono: Gesù bambino Giovanni Battista, San Giuseppe, Maria, due pastori, San Girolamo.
Gesù bambino è il personaggio che attira l’attenzione di chi osserva. Le sue manine e i suoi piedini sono in movimento. Il suo viso sorridente e lo sguardo attento sono incuriositi dalla presenza dei due conigli.
Il bambinello è appoggiato a terra su un mantello azzurro molto voluminoso che sembra avvolgerlo per proteggerlo dalla dura roccia.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Inaugurata la mostra dei presepi in Arena, protagonisti i Re Magi

Piazza Bra, Verona

Piazza Bra, Verona

È stata inaugurata il 4 dicembre e si concluderà il 23 gennaio 2011 la 27 Rassegna Internazionale del Presepio nell’Arte e nella Tradizione. La mostra è collocata all’interno dell’Arena. È aperta dagli splendidi re magi in cartapesta del maestro Francesco Invidia e si conclude con le statue, raffiguranti i tre soggetti in dimensioni naturali, realizzate dal siciliano Calogero Amato. Lungo il percorso, è possibile ammirare cinque sezioni che ospitano le opere realizzate da artigiani e appassionati provenienti dai più diversi contesti geografici e culturali. Oltre alle sezioni dedicate alla tradizione presepista della Sicilia e del Veneto, in una parte della rassegna sono esposti i lavori della scultrice croata Margareta Kristic, seguiti da una sezione allestita con le opere dell’artista Lino Agnini.
La stella cometa, che nasce dall’Arena, è il simbolo della manifestazione.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Verona si veste di luce

Entrata in piazza Bra

Entrata in piazza Bra

Ieri pomeriggio (2 dicembre 2010) sono state accese le luminarie natalizie posizionate sui principali monumenti, vie e piazze della città. Alla cerimonia di accensione, svolta sulla scalinata di Palazzo Barbieri, erano presenti il sindaco di Verona, Flavio Tosi, l’assessore al Commercio Enrico Corsi.
“Il progetto ‘Verona si veste di luce’ rende più bella e viva la città” ha dichiarato l’assessore, “dà nuovo slancio alle attività economiche cittadine.”

Il progetto sta anche mettendo in luce altri aspetti della città di Verona.
La sua fragilità, già drammaticamente evidenziata dalle alluvioni e dalle frane dei giorni scorsi… oggi, 3 novembre, è stata imposta all’attenzione dalla ceduta di una volta della rete fognaria in via Centro, all’altezza del Monumento.
Il giornale quotidiano della città ne fa solamente un problema di traffico. Forse sarebbe necessario chiedersi anche perché.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Il presepe dei soldati a San Giovanni in Foro, Verona

San Giovanni in Foro

San Giovanni in Foro

L’Avvento è iniziato e nelle chiese è iniziata la preparazione dei presepi. Sabato 4 dicembre, nella suggestiva cornice dell’Arena di Verona, verrà inaugurata la 27 mostra internazionale del presepio nell’arte e nella tradizione.
Nella chiesa di San Giovanni in Foro si trova una piccola curiosità. La chiesa di San Giovanni in Foro a Verona presumibilmente risale al XII secolo. Sorge lungo corso Portoni Borsari, elegante via pedonale della città.
L’esterno presenta una sepoltura in marmo, con croce e stemmi e un trittico sovrapposto. Il campanile è in cotto.
Parte preziosa della chiesa è considerato il portalino rinascimentale, scolpito da Gerolamo Giolfino, recante ai lati dell’arco e alla sua sommità le statue dei Santi Giovanni Evangelista, Pietro e Giovanni Battista.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

L’antipasto del cinepanettone è arrivato a Verona

a_natale_mi_sposoArrivano ogni anno puntuali come il Natale. Quest’anno hanno anche preso la parola Natale nel titolo, benché nel film non ci sia mai nemmeno un riferimento al Natale.
Venerdì 26 novembre è arrivato nelle sale cinematografiche della città il film A Natale mi sposo, diretto e interpretato da Massimo Boldi. Ambientato a Saint Moritz, il film vanta un cast davvero eccezionale: Vincenzo Salemme, Elisabetta Canalis, Nancy Brilli, Massimo Ceccherini, Enzo Salvi, e addirittura due ex concorrenti del Grande Fratello: Cristina Del Basso e Jonathan.

Il film di Massimo Boldi si contrappone a quello De Sica. Mentre De Sica/De Laurentiis fanno un cinema che punta all’incasso e al divertimento basso fine a se stesso, ripetendo come zombie le medesime situazioni e le medesime gag da anni, con il solo aggiornamento di abiti e riferimenti popolari (dentro il collo alto e Facebook, fuori gli sms e il sushi), Boldi vuole fare di più. Persegue degli ideali, tutti ruotanti intorno ai valori base di autenticità, famiglia e attaccamento al popolo, ben esemplificati dalla presenza del matrimonio come unica risoluzione di qualunque tensione sentimentale.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Verona, i mercatini di Natale

Mercatini, bancarelle e sapori

Mercatini, bancarelle e sapori

Se arrivi a Verona in una di queste sere sarai attirato da forti profumi di dolci, mandorlato, salsicce… Una luce diffusa ti guida. Un via vai di ragazze, ragazzi, signore incappucciate e uomini. E finalmente quando raggiungerai quest’aria di festa, ti troverai nella centralissima Piazza Dante.
Trovarsi nel Mercatino di Natale di Verona significa passeggiare magicamente in una parte di Norimberga, nei tradizionali Christkindlesmarkt, i mercatini di Natale di Norimberga.
Circa trenta bancarelle in legno propongono addobbi e ghirlande, il Gluhwein (vin brulè) e i dolci tipici Lebkuchen e Stollen, oltre al pane tipico e alle salsicce.
Gli espositori, che provengono dalla Germania, offrono prodotti tipici dell’artigianato tedesco come le pantofole in feltro, le candele, le decorazioni natalizie, i giocattoli in legno, i maglioni in lana e specialità gastronomiche come le salsicce di Norimberga con i crauti, la birra, i biscotti di panpepato, i dolci natalizi tradizionali a base di miele, frutta secca e spezie.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

A Verona è iniziata la corsa al Natale

stella_arenaAll’esterno degli ipermercati luccicano già le stelle comete, le fontane di luci, gli alberi di Natale… I negozi sono addobbati.
Fra qualche giorno a Garda inizierà la manifestazione Natale tra gli olivi (20.11.2010 – 08.01.2011).
http://www.comunedigarda.it/nuovo/dettaglio-manifestazioni.asp?id=126
È già stato aperto Il Villaggio di Natale (3.11.2010 – 9.01.2011) Garden Flover Bussolengo http://www.flover.it/pagine/homepage.php.
È iniziato l’allestimento dell’albero in piazza Bra. I mercatini natalizi saranno inaugurati venerdì 26 novembre. Gli stand saranno allestiti in piazza dei Signori, nei cortili Mercato Vecchio e del Tribunale.
Il 2 dicembre verranno accese le luminarie che sono già state sistemate in questi giorni nelle vie del centro.
La 27 Rassegna internazionale del presepio nell’arte e nella tradizione, ospitata nella suggestiva sede degli arcovoli dell’Arena, sarà inaugurata il 4 dicembre e si concluderà il 23 gennaio. http://www.eventiarenaverona.it/
Le bancherelle di Santa Lucia arriveranno il 10 dicembre e rimarranno fino alla sera del 13 dicembre.
L’assessore al Commercio Enrico Corsi afferma: “La nostra città si candida tra quelle con il più ricco mercato di Natale a livello nazionale. Siamo riusciti ad addobbare una decina di vie in più rispetto all’anno scorso. Sarà davvero una città natalizia di grande splendore.”
Sarà sufficiente per fare Natale?

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Domenica di acquisti tra i “banchetti di santa Lucia”

banchetti di NataleIeri pomeriggio Piazza Bra era talmente affollata che si camminava a fatica, molte persone hanno approfittato della giornata senza pioggia per recarsi in piazza tra le bancarelle. Anche i negozi di Via Mazzini hanno tratto beneficio da questa giornata di tregua, aperti per favorire gli acquisti natalizi. Grazie al tempo favorevole i proprietari dei banchi ambulanti hanno in parte recuperato il flop dei giorni precedenti, in ogni caso la maggior parte non è soddisfatta, soprattutto per il modello di stand imposto dall’Amministrazione, troppo piccoli secondo alcuni.
Oltre ai banchetti e alle bancarelle delle Onlus nel pomeriggio si è esibito, sulla scalinata di Palazzo Barbieri, un concerto del gruppo Chorus.
Anche gli Stand di Norimberga in Piazza Dante hanno avuto un notevole successo, la differenza con quelli di Piazza Bra risulta abbastanza evidente, strutture in legno e prodotti tipici Tedeschi, molto natalizi e nell’insieme stilosi.
Sì, in piazza Dante si è respirata proprio aria di Natale, il Natale magico del nord, con il legno, la paglia, i nastri colorati e i folletti di Babbo Natale che dispensano giochi di tempi lontani, memorie passate, che forse, di tanto in tanto, sarebbe bello ricordare.

  • Share/Bookmark