Nel cuore di Verona

verona-cuoreRomeo Montecchi, esiliato dalla città di Verona, vive la separazione dall’amore di Giulietta come tortura, paura di non esistere, morte, inferno.
“Non c’è mondo per me aldilà delle mura di Verona:
c’è solo purgatorio, c’è tortura, lo stesso inferno;
bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo;
e l’esilio dal mondo vuol dir morte.”

I versi, tratti dalla tragedia di William Shakespeare, (1564 -1616) drammaturgo e poeta inglese, sono scolpiti sulla porta della Bra. Il sito appartiene a una tappa del suggestivo itinerario attraverso i luoghi dove il poeta inglese collocò gli incontri segreti, i duelli, le parole dell’amore tra Giulietta e Romeo.

Lo sono il balcone, nel giardino dei Capuleti, in via Cappello, che raccolse la loro tenerezza.
Giulietta: Chi sei tu che, protetto dalla notte, inciampi in nel mio segreto? Come sei potuto venir qui, dimmi, e perché? I muri del giardino sono alti e difficili da scalare…
Romeo: Con le leggere ali dell’amore ho superato questi muri, poiché non ci sono limiti di pietra che possano impedire il passaggio ad amore: e ciò che amore può fare, amore osa tentarlo…
Giulietta: È quasi giorno, io vorrei che tu fossi già partito, ma senza allontanarti più dell’uccellino, che una bimba lascia saltellare per un poco fuori della sua mano, e subito per mezzo di un filo di seta lo riconduce a sé con uno strattone…
Romeo: Io vorrei essere il tuo uccellino.
Giulietta: Anch’io vorrei che tu lo fossi o caro: ma avrei paura di ucciderti per il troppo bene. Buona notte, buona notte! L’addio che ci separa è un dolore così dolce, che ti direi “buona notte” fino a domattina.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Verona Un calendario per il 2011

calendario_europaIl calendario è prodotto dalle Edizioni del Consiglio d’Europa, che presenta un catalogo di pubblicazioni a pagamento prodotte dall’Organizzazione in questi 10 anni. Le opere includono studi comparativi, monografie, dibattiti, atti di convegni, raccolte di leggi e normative…, la salute, l’etica, lo sport, l’adolescenza, il patrimonio culturale.

Un calendario per tutta la famiglia, dove segnare gli appuntamenti, i compleanni, le date da ricordare… In ogni pagina sono contenute informazioni sui diritti dei bambini.
Le illustrazioni sono di Mordillo
14 pagine, formato 24×50
Costo 13 Euro
Si ordina a
http://book.coe.int/FR/ficheouvrage.php?PAGEID=36&lang=FR&produit_aliasid=2228

Illustrazioni Guillermo Mordillo, 1932, è un autore di fumetti e di cartoon di animazione argentino.
Il tratto dei suoi disegni, che appaiono su puzzle, diari e poster, è caratterizzato da colori vivaci e, soprattutto dai buffi e pacifici personaggi.

  • Share/Bookmark

«Questa città non crede nella lirica»

arena_opera_liricaNon vedremo più l’Aida, ma solamente spettacoli della Antonella Clerici oppure il Mondo di Patty, il musical più bello? Ahimé! Forse… Il sovrintendente Francesco Girondini ha presentato alla commissione provinciale una analisi spietata sulla situazione della lirica a Verona: diminuzione di spettatori paganti, incassi crollati, riduzione del Fus (Fondo unico per lo spettacolo) e diminuzione degli investimenti privati.

Il presidente della Camera di Commercio, Alessandro Bianchi, si dice pronto a fare la propria parte. “Da parte nostra” assicura “l’attenzione è massima, anche in considerazione dell’enorme indotto che la stagione lirica ha per il nostro territorio e lo dimostra il fatto che abbiamo già deliberato il contributo alla Fondazione per l’anno prossimo, per circa un milione e 400 mila euro. Finora ammontano a 13 milioni i fondi stanziati in questi anni per l’Arena.»

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Verona Andar per cineforum

Dal film Il Rifugio di François Ozon

Dal film Il Rifugio di François Ozon

Si apre a Verona in questa settimana la stagione dei cineforum

Il primo cineforum nato a Verona è iniziato nel 1952 presso la Sala del teatro alle Stimate, via Carlo Montanari e ha continuato ininterrottamente fino ad oggi. Il cineforum si qualifica per la scelta di film di qualità, che veicolino valori, aprano sul mondo attuale rendere consapevoli dei suoi drammi e delle sue potenzialità.
Sala del teatro alle Stimate, via Carlo Montanari, 1 Verona. Telefono 045 8000878 Fax 045 8004843.

http://www.stimmatini.it/cinema/cineforum/cineforum.htm

L’Associazione veronese del Circolo del cinema è nata nel 1947 per iniziativa di un gruppo di giovani che condividevano il desiderio di vedere dei film che fossero belli, ricchi di interesse, che testimoniassero la storia del cinema e i suoi aspetti più rilevanti, nonché pellicole recenti mai arrivate a Verona.
In tale ottica, rimasta immutata nel tempo, il Circolo offre anche quast’anno ai propri Soci degli spettacoli di intelligente intrattenimento, rivolti all’educazione del gusto estetico e critico del pubblico, al di fuori delle mode e delle censure ideologichei.
Sede dell’Associazione si trova in via della Valverde, 32 – Verona.
Per contatti: tel. 045 8006778
info@circolodelcinema.it http://www.circolodelcinema.it/

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Vittorio Sgarbi pronto a lavorare con Verona

Palazzo della Gran Guardia, Verona

Palazzo della Gran Guardia, Verona

Come commissario del Padiglione Italia nella Biennale di Venezia, che si terrà nel 2011 durante il 150˚ anniversario dell’Unità d’Italia, Sgarbi ha annunciato di voler organizzare una “biennale diffusa”. Ogni capoluogo regionale avrà, spiega Sgarbi, parallelamente alla mostra veneziana, una mostra con artisti di quella regione.
La possibilità che Verona diventi sede per la “biennale diffusa” è nata durante una conversazione telefonica tra il critico e l’assessore alla cultura dell’amministrazione comunale di Verona Mimma Perbellini.
Sgarbi sta già pensando in concreto: «Gli artisti del Veneto potrebbero essere un centinaio, divisi in sette categorie: pittura, scultura, grafica, fotografia, video, ceramica e design. La Gran Guardia potrebbe ospitare benissimo l’esposizione

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Giornata europea della cultura ebraica

La sinagoga di Verona

La sinagoga di Verona

Giornata europea della cultura ebraica
Domenica 5 settembre 2010
Per favorire la conoscenza della cultura ebraica, da alcuni anni, in Italia e in Europa, la prima domenica di settembre, si aprono le porte di sinagoghe, di musei e di biblioteche, e nelle piazze di tante città si dà vita a eventi che parlano di cultura ebraica, per dialogare e anche per fare festa, per vivere una giornata di “cose nuove”, da conoscere e toccare con mano.
Quest’anno il tema scelto in Europa è ‘Arte ed ebraismo’. La Giornata della Cultura possa rappresentare un importante momento di apertura verso l’Altro, in una società che dovrebbe tendere a includere e non a escludere, ad accettare l’alterità piuttosto che a rigettarla.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Abusi del clero, a Verona manifestazione nazionale

nudistiManca un mese alla prima manifestazione italiana delle vittime di abusi sessuali da parte del clero cattolico. Si svolgerà a Verona il 25 settembre 2010. La manifestazione è organizzata dall’associazione “La colpa” (www.lacolpa.it), formata dalle vittime di violenza e dai loro familiari.

Quali sono le origini di questo fenomeno che ha generato sentimenti di rabbia, di incredulità e disagio?
Come ha reagito la Chiesa Cattolica?

Che cosa fa dei tanti preti anziani che in varie occasioni si denudano?

Prete nudista in spiaggia a Rimini Arrivava in spiaggia a Rimini, si spogliava completamente e poi si sdraiava sul lettino coprendosi i genitali con il costume o i pantaloncini poggiati sopra. Uno spogliarello che si ripeteva da tempo (forse addirittura dall’estate precedente) tra le perplessità e qualche lamentela degli altri bagnanti.
Così fino alla settimana scorsa, quando l’ennesimo “strip” è costato una denuncia per atti osceni in luogo pubblico a un sacerdote sui 70 anni. (18 luglio 2010)
Parroco in perizoma, denunciato L’avevano notato fin dal giorno del suo arrivo a Torri del Benaco, perché quel signore, per età e ruolo, forse avrebbe dovuto scegliere costumi da bagno meno vistosi. E invece il sacerdote di 69 anni, celebrante in una parrocchia del Padovano e in vacanza sul lago di Garda, indossava perizoma azzardati. (26 luglio 2007)

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

A Soave torna la barca de san Piero

Barca di San Pietro

Barca di San Pietro

La Libara associasion del buelo e del cren rispolvera la tradizione popolare veneta, della barca di San Pietro, che tornerà a fare la sua comparsa nelle vetrine del centro storico di Soave.
Domani, 29 giugno, è la festa di San Pietro e Paolo. Questa sera riempi d’acqua una caraffa, un bottiglione di vetro, trasparente. Versa un albume d’uovo fresco.
Poni il contenitore in giardino, sotto una pianta. Sul balcone. Lo puoi mettere sia in verticale che in orizzontale. Domani, meglio nelle prime ore della giornata, osserva.
L’uovo formerà le vele, lo scafo… della barca di San Pietro.

Secondo la tradizione, osservando la forma che assumono le vele, i contadini veneti prevedevano il tempo meteorologico.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Verona La Notte dei Musei

Palazzo della Ragione

Palazzo della Ragione

Anche quest’anno il Comune di Verona aderisce, nella giornata di sabato 15 maggio 2010, alla Notte Europea dei Musei. L’iniziativa prevede l’apertura al pubblico dalle 19,00 alle 01,00

  • Museo di Storia Naturale
  • Galleria d’Arte Moderna Palazzo Forti
  • Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri
  • Museo di Castelvecchio
  • Museo Lapidario Maffeiano
  • Palazzo della Ragione.
  • A Legnago Centro archeologico ambientale Dalle ore 22,00 Lettura integrale di Don Camillo e i giovani d’oggi, di Giovanni Guareschi.

    È l’occasione per visitare i musei della città, che non solo rimangono aperti gratuitamente ma offrono anche visite guidate, accompagnamenti musicali e iniziative per bambini e giovani.

    Leggi tutto »

    • Share/Bookmark

    Con il Fai alla Fabbrica della Dogana

    filippiniSabato 27 e Domenica 28 marzo, dalle ore 10.00 alle 17.00, visite guidate alla Fabbrica della Dogana, via Dogana 2, nei pressi di Via Filippini.
    Con gli Amici della Bicicletta di Verona, dopo la visita alla Fabbrica della Dogana, la biciclettata prosegue verso il Parco dell’Adige-sud per visitare la vecchia dogana nei pressi del Lazzaretto. Info Gabriella Formilli, cell. 328 4252531

    Nell’anno 1746 terminava a Verona la costruzione della nuova dogana di terra, iniziata appena l’anno precedente e realizzata a tempo di record. Non rappresentò tuttavia un momento di festa ma l’inizio di una contesa che si sarebbe conclusa con una vittoria dal sapore amaro. Eccezionale era l’importanza dell’Adige, corso d’acqua navigabile quasi per intero. In seguito alla scoperta dell’America era una via di comunicazione privilegiata fra l’area mediterranea e le nascenti potenze commerciali, Inghilterra e Olanda. Verona, per la sua posizione privilegiata sulle rive del fiume, era diventata un punto d’accesso fondamentale.

    Leggi tutto »

    • Share/Bookmark