Itinerari del Risorgimento a Verona

Lasagna, la strada sulle Torricelle

Lasagna, la strada sulle Torricelle

In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia le guide turistiche di Verona propongono una serie di itinerari alla scoperta dei luoghi e delle vicende legate al Risorgimento italiano. Possono diventare un interessante strumento didattico per una scolaresca che voglia approfondire gli argomenti legati all’Unità d’Italia con un gita a Verona.

Dopo la caduta di Napoleone e il successivo Congresso di Vienna Verona si trovò a essere il centro dei possedimenti austriaci nel nord est della penisola: il Lombardo-Veneto. Nel 1830 fu inviato A Verona il maresciallo Radetzky sotto il cui comando vi erano 120.000 uomini.
Al seguito del maresciallo Radetzky giunse a Verona un nutrito gruppo di ufficiali del genio con a capo il generale Franz von Scholl, geniale ingegnere militare cui fu affidato il compito di approntare un sistema difensivo per fare di Verona un inespugnabile caposaldo contro ogni tentativo di invasione.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Riapre la funicolare che porta a Castel san Pietro

Tracciato funicolare

Tracciato della funicolare

Nella settimana di ferragosto i giornali locali e le televisioni annunciano che verrà riaperta la funicolare che portava le persone sulla cima del colle di Castel San Pietro.
La funicolare fu inaugurata il 4 novembre 1941, probabilmente realizzata come mezzo di propaganda per mostrare i progressi tecnici realizzati dal regime fascista. La costruzione della funicolare non era veramente necessaria. La linea è infatti lunga solo 180 metri e il dislivello di soli 55 metri. Questi motivi spiegano anche perché la linea fu abbandonata già nel 1944. I visitatori che volevano godere il panorama della città preferivano infatti salire al colle di Castel San Pietro a piedi.
Della funicolare è ancora oggi possibile vedere il tracciato e la stazione superiore.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark