Verona Una sconfinata giovinezza

Francesca Neri

Francesca Neri

Anteprima del film Una sconfinata giovinezza presso il Teatro Nuovo Giovedi 7 ottobre alle ore 18 e alle ore 21 (fino ad esaurimento). Per informazione tel 045569676

Pupi Avati racconta la storia d’amore, struggente, disperata, tra una moglie e un marito colpito dall’Alzheimer. Una malattia con cui tante famiglie italiane devono fare i conti, argomento rimosso per eccellenza, che esce dalla quasi clandestinità, dalla dolorosa intimità con cui è vissuto nella vita reale, grazie al cinema.

Lino Settembre e sua moglie Chicca conducono una vita coniugale serena e senza difficoltà. Sono entrambi soddisfatti delle loro professioni, lui alla redazione sportiva del Messaggero e lei docente di Filologia Medievale alla Gregoriana. Lino da qualche tempo accusa problemi di memoria che mano a mano si accentuano andando a compromettere in modo sempre più evidente il quotidiano svolgersi delle sue attività sia nell’ambito professionale che familiare. Dapprima sia lui che Chicca decidono di riderci sopra ma il disturbo si manifesta sempre più fino a quando, dopo attenti e approfonditi esami, un neurologo diagnostica una patologia degenerativa delle cellule cerebrali.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Per curare l’Alzheimer basta riacquistare la memoria…

alzheimerIl cuore non dimentica

Oggi 21 settembre 2010 viene celebrata la XVII giornata mondiale sull’Alzheimer.
A Verona, Piazza Bra, stand informativo in collaborazione con l’Associazione Familiari Alzheimer.
Il 24 settembre ore 20,00 Spettacolo teatrale “La corte dei strassoni” al Teatro Camploy, Via Cantarane, zona Porta Vescovo.
8 ottobre ore 20,30 Serata di beneficienza al Circolo Ufficiali di Castelvecchio Associazione Alzheimer Verona.

La malattia di Alzheimer compie 104 anni. Sono passati 104 anni (1906) da quando il neurologo Alois Alzheimer descrisse durante un congresso una malattia insolita della corteccia cerebrale, che causa perdita di memoria, disorientamento e allucinazioni per arrivare infine alla morte.
La malattia di Alzheimer è un processo degenerativo cerebrale che provoca un declino progressivo e globale delle funzioni intellettive associato a un deterioramento della personalità e della vita di relazione. Progressivamente l’ammalato perde l’autonomia nell’esecuzione degli atti quotidiani della vita e diventa completamente dipendente dagli altri.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Verona I caffè della memoria

anzianoÈ stato presentato in questi giorni il progetto Caffé della memoria, destinato ai malati di Alzheimer e alle loro famiglie.
Il progetto prevede la realizzazione di luoghi di incontro e di confronto per i familiari i cui cari sono affetti da demenza, in particolare dal morbo di Alzheimer. 


Il bello dell’Alzheimer è che ogni giorno conosci persone nuove…

Gli Alzheimer Cafè sono nati in Olanda nel 1997 come punto d’incontro e di ritrovo, dove malati e familiari si riuniscono in un’atmosfera accogliente e incentrata sull’ascolto, durante gli incontri, si possono cercare insieme, attraverso il confronto delle proprie esperienze, nuove strategie per affrontare le difficoltà e i disagi quotidiani legati alla malattia. Numerose sono le esperienze sviluppate in Italia.

Maria Grazia Ferrari presidente dell’associazione Alzheimer Verona afferma che i malati di Alzheimer nella sola città di Verona raggiungono i 7mila casi e arrivano a 10mila in tutta la provincia.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Verona. Si può imparare dalla demenza?

Verona_Italy_San_AnastasiaSi può imparare dalla demenza? Come comunicare quando il dialogo è difficile? Un convegno per famiglie, operatori socio-sanitari e volontari 
per affrontare senza paura il problema della demenza e dell’alzheimer. Sabato 13 marzo dalle 8,45 alle 16,30
 al Centro Monsignor Carraro in Lungadige Attiraglio, 45 – Verona. L’incontro è organizzato dal Centro Pastorale della Salute della Diocesi di Verona. Intervengono Pietro Vigorelli (http://www.formalzheimer.it), medico e psicoterapeuta, fondatore del gruppo “Anchise” e docente all’Università di Milano e Renato Bottura (http://www.renatobottura.it), medico con specializzazione in gerontologia e geriatria, dirigente sanitario della Fondazione “Monsignor Arrigo Mazzali” di Mantova.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark