Questura di Verona Non più sordi a…

Verona, Polizia di Stato

Verona, Polizia di Stato

La questura di Verona inaugura un «113» per sordomuti. Per informazioni

http://questure.poliziadistato.it/Verona/articolo-6-673-12489-1.htm

Il nuovo servizio messo a punto dalla questura permette anche alle persone sorde e mute, in situazioni di emergenza, di richiedere l’aiuto e l’intervento della Polizia di Stato.

Presso la Questura di Padova il servizio è attivo da ottobre 2006. Un opuscolo illustra le modalità per usufruire dell’aiuto a Padova.
questure.poliziadistato.it/file/1066_2540.pdf

È un servizio già offerto anche dalla Polizia di Stato di Salerno. Fin dal dicembre 2007, in casi di emergenza, i sordomuti possono contattare le forze dell’ordine tramite un messaggio SMS o via fax.

Ad Ancona il 113 per i sordomuti è nato nel luglio 2008. Per intervenire la Polizia non aspetta, però, soltanto un sms. In caso di pericolo basta che il non udente faccia semplicemente uno squillo al palmare della questura per mettere in moto una volante che si reca all’indirizzo del chiamante. Tutte le persone non udenti iscritte all’ENS della provincia di Ancona sono state infatti registrate nel palmare della polizia per facilitare così il riconoscimento del chiamante.

Da giugno 2009, a Terni, i sordomuti possono inviare un sms per chiedere aiuto al 113.

A Treviso la Polizia di Stato ha attivato il servizio nel luglio 2009.

Nel comprensorio della questura di Forlì – Cesena e dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Forlì – Cesena il servizio è stato attivato nel gennaio 2010.

La questura di Rovigo s’è adottata del sistema per ricevere richieste di intervento da parte di persone sordomute nel marzo 2010.

  • Share/Bookmark

Articoli simili

Leave a Reply